Fotografare ciò che non si vede

Fotografia  Testo di  Stefano Scipioni    Fotografare l’”invisibile” La fotografia convenzionale registra immagini generate dal riflesso sul soggetto delle radiazioni visibili, così dette perché apprezzabili dall’occhio umano. Tali radiazioni, dal blu al rosso, occupano uno spettro che va, in termini di lunghezza d’onda, dai 400 ai 750 nm (nanometri = milionesimi di millimetro). Sotto i 400 nm …

Una buona fotografia è un miracolo

Josef Koudelka: una buona fotografia è un miracolo (estratta dal libro “Maledetti Fotografi”) di Frank Horvat  Mi chiedi se ho usato bene la mia vista. Credo di averla usata troppo poco. Alcuni fotografi, come Henri (Cartier-Bresson), hanno sempre una macchina fotografica con sé e guardano continuamente. Io non so farlo. In questo momento, per esempio, …

Con l’illuminazione si creano le immagini

Illuminazioe Uno dei fattori che possono creare o distruggere una foto è l’illuminazione. Quando si scatta una foto, l’obiettivo della nostra  fotocamera registra la luce. Nel comunicare, spesso ci affidiamo ai nostri cinque sensi e possiamo dire lo stesso per la fotografia. Ci affidiamo alla foto, alla nostra visione, per trasmettere il messaggio di quel …

Fotografare i paesaggi

Viaggiatori, turisti, esploratori. Chiunque ami il viaggio non può non desiderare di fotografare paesaggi scoperti durante un’escursione o semplice gita. Non serve essere fotografi professionisti per la fotografia paesaggistica assicurandoti degli scatti suggestivi e spettacolari. Fotografare paesaggio è, senza dubbio, uno dei rami più interessanti, assieme alla ritrattistica e reportage, nel mondo della fotografia. Non c’è fotografo …

Architettura razionalista

Il razionalismo italiano è quella corrente architettonica che si è sviluppata in Italia negli anni venti e anni trenta del XX secolo  in collegamento con il Movimento Moderno internazionale, seguendo i principi del funzionalismo, proseguendo in vario modo in frange sino agli anni settanta. Le sue radici ideali si trovano nella Romanità del De Architectura di Vitruvio e nel Rinascimento, con le teorie di Leon Battista Alberti, ma anche nell’architettura di impronta Illuminista, con le opere di Gottfried Semper.

ARCHITETTURA GOTICA/Moresca VENEZIANA

Il gotico/moresco veneziano è uno stile architettonico che combina l’uso dell’arco di lancette gotico con influenze bizantine e moresche. Lo stile ha origine nella Venezia del 14 ° secolo con la confluenza di stili bizantini da Costantinopoli, influenze moresche di Al-Andalus e forme gotiche del primo continente. Esempi principali dello stile sono il Palazzo Ducale e la Ca ‘d’Oro a Venezia.

Roma, i Fori Imperiali

I Fori Imperiali costituiscono una serie di cinque piazze monumentali edificate nel corso di un secolo e mezzo (tra il 46 a.C. e il 113 d.C.) nel cuore della città di Roma da parte di Giulio Cesare e degli imperatori Augusto, Vespasiano,Nerva e Traiano.

Di essi non fa invece parte il Foro Romano, ossia la vecchia piazza repubblicana, la cui prima sistemazione risale all’età regia (VI secolo a.C.) e che era stato per secoli il centro politico, religioso ed economico della città, ma che non ebbe mai un carattere unitario. Sotto Cesare e Augusto, la costruzione della Basilica Giulia e il rifacimento della Basilica Emilia, che delimitavano i lati lunghi della piazza, diedero tuttavia al Foro una certa regolarità.